Cucina a isola moderna: crea l’atmosfera perfetta

Le cucine con isola rappresentano una particolare soluzione d'arredamento per cui la cucina è scomposta in due porzioni, una a parete e l'altra centrale.

Nell’arredamento moderno ci sono alcune soluzioni che ormai si sono imposte come irrinunciabili. Tra queste la cucina ad isola, che abbina in sé funzionalità e design, conferendo ad ogni ambiente un aspetto unico e un’agile praticità.

Ma affinché questo succeda, non basta semplicemente piazzare l’isola lì in posizione centrale: occorre analizzare gli spazi a disposizione, lo stile dominante della stanza e le esigenze specifiche della cucina in questione. Solo a queste condizioni si può creare un’atmosfera perfetta all’interno della propria abitazione: scopriamo insieme come scegliere l’opzione migliore per la propria cucina!

Quale scegliere e come posizionarla 

Le cucine con isola, affermatesi con l’avvento dell’architettura moderna in seguito alla diffusione dell’open space (kitchen+living room), rappresentano una particolare soluzione d’arredamento per cui la cucina è scomposta in due porzioni, una a parete e l’altra centrale (l’isola, per l’appunto). Questa definizione generale si può però declinare, nel concreto, in diverse maniere, perché sono numerose le possibilità a cui apre un’isola, sotto ogni punto di vista: forma (blocco unico lineare oppure a forma di L), dotazioni da integrare sulla sua superficie (piano cottura, lavello, dispense, cappa) ed elementi da affiancarle (tavolo, piano snack, consolle allungabile, credenze).

Ad ognuno spetta la decisione finale sulla combinazione da attuare nella propria cucina, che va scelta, anche con creatività e spirito di innovazione, in base al contesto ambientale e di design specifico. Qualche regola da non trasgredire però esiste e riguarda il come posizionare le isole nelle cucine moderne: a prescindere dalle dimensioni del blocco centrale (ognuno le calibra in relazione agli spazi che ha, tendenzialmente muovendosi in un range di lunghezza che va dai 90 cm ai 2 metri), è fondamentale mantenere le corrette distanze tra isola e mobili circostanti. 120 cm è quella ideale, in quanto consente di spostarsi e cucinare, pure in coppia, in tutta tranquillità e di aprire ante e cassetti senza creare intralci. 

Le ultime novità di settore 

Oltre alle regole appena enunciate, nell’ambito delle cucine con isola si stanno affermando anche alcune tendenze che hanno a che fare con il design e che, se si vuole realizzare un ambiente ultra moderno, è bene conoscere e reinterpretare a modo proprio:

  1. La cappa dominante. Nelle cucine con isola la cappa si sta affermando come un elemento di design notevole: sospesa al centro, come una scultura geometrica che dal soffitto si staglia sull’ambiente circostante, crea interazioni raffinate con le forme della cucina e dell’isola stessa;
  2. La piena luce. Nel design moderno l’importanza dei punti luce è arcinota: vale anche sul versante delle isole per cucine, le quali vanno illuminate non con classici lampadari, ma individuando punti luci arditi ed innovativi, che creino continuità con la zona living;
  3. I materiali “della natura”. Tendenza del 2024 è integrare nell’arredamento elementi che rimandino all’autenticità della natura: ciò significa che, dal punto di vista dei materiali, isole in legno, pietra e marmo faranno sempre più la differenza.

Alternative per ottimizzare gli spazi

L’ottimizzazione degli spazi è un ulteriore vantaggio garantito dalle cucine con isola, a patto che le si combini con le giuste alternative salva-spazio. Infatti, oltre alla superficie del bancone dell’isola, che già di suo è un piano di appoggio aggiuntivo su cui collocare oggetti, elettrodomestici e quant’altro, si possono integrare nel blocco centrale differenti soluzioni che consentono di mantenere sempre in ordine la tua cucina: infatti cassetti, dispense e credenze possono essere tranquillamente incassate nell’isola. 

Altra strategia per incrementare gli spazi è quello di non chiudere completamente l’isola con basi a terra, ma lasciare del “vuoto” in cui è possibile infilare sedie e sgabelli sempre pronti all’uso. In questo modo puoi gestire l’area della tua cucina in maniera versatile, a seconda delle esigenze del momento!

Valutare in anticipo tutti questi aspetti permette di trarre delle conclusioni attendibili sullo stato e sulle potenzialità del bene che si intende acquistare: nella scelta di un appartamento la diagnostica immobiliare rappresenta un’importante bussola attraverso cui orientarsi per prendere decisioni definitive!